Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra 

Attività in corso

PROFILI ED ASPETTI PRATICI NEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO ED IN PARTICOLARE NEI CONCORSI PER IL RECLUTAMENTO DEI PROFESSORI E RICERCATORI UNIVERSITARI E P.T.A. - 20/21 settembre 2018 - Università degli Studi di Roma "Foro Italico"

ATTIVATO

BROCHURE

 

LOCANDINA

 

ISCRIZIONE

 

PROFILI ED ASPETTI PRATICI NEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO ED IN PARTICOLARE NEI CONCORSI PER IL RECLUTAMENTO DEI PROFESSORI E RICERCATORI UNIVERSITARI E PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO

CODICE ATTIVITÀ: 15AN18

 

LE RAGIONI

La materia procedimentale, in generale, e, nello specifico, quella concorsuale, notoriamente presentano notevoli aspetti problematici, a fronte dei quali gli operatori pubblici riscontrano rilevanti difficoltà nell’individuare adeguate soluzioni. Anzi, a volte, le soluzioni spiegano atti da cui insorgono ulteriori vertenze giudiziarie che si innestano in quelle già introitate in via principale, innanzi ai giudici competenti. La casistica giurisprudenziale, infatti, dimostra come la materia concorsuale non sia affatto di agevole e pacifica gestione, attesi i rilevanti interessi in gioco e la difficoltà ad adottare atti/provvedimenti inoppugnabili. E tanto anche in considerazione del fatto che a fronte di ogni soggetto portatore di interessi vi è una pletora di soggetti controinteressati, con la conseguenza che l’adozione di un qualsiasi provvedimento, se, da un lato, potrebbe trovare riscontro favorevole da parte di uno o più candidati (si pensi, ad esempio, al rinnovo di una procedura concorsuale), dall’altro, non è escluso che, invece, potrebbero esserci candidati portatori di interessi opposti. Conseguentemente, l’ufficio concorsi, ma in generale tutti gli uffici amministrativi, la cui attività, come noto, è in ogni caso procedimentalizzata, si ritrovano in situazioni operative di alta difficoltà, consapevoli che qualunque soluzione adottata non sempre potrebbe essere condivisa da tutti i soggetti destinatari.
Per non dire, in ultimo, delle problematiche emergenti dal rapporto con le commissioni concorsuali, le quali, come noto, a volte, anche se legittimamente, decampano da quelle che sono la prassi e la consuetudine della singola amministrazione, la quale, in ragione di eventuali discostamenti, si ritrova in situazioni di palese contraddittorietà tra atti della stessa amministrazione, sebbene relativi a diverse procedure concorsuali, che la espongono, in via pregiudizievole, nei giudizi che dovessero essere instaurati.

    

GLI OBIETTIVI

Le superiori “RAGIONI” hanno portato il CO.IN.FO. ad organizzare una giornata di studio della problematica dei concorsi nella pubblica amministrazione, ed in particolare, data la specificità del suo personale, nelle Università, senza tralasciare, poiché naturalmente connessi, i principi disciplinanti il procedimento amministrativo. Il Corso avrà un taglio nettamente di carattere pratico ed operativo, tralasciando, se non in termini di “cornice”, la disamina strettamente teorico - giuridica della materia, e soffermandosi sui casi concreti di lavoro, cui quotidianamente deve far fronte l’operatore pubblico che opera in questo campo. La giurisprudenza, attesa la disciplina giuridica di riferimento, riveste sempre un ruolo fondamentale per risolvere le varie questioni, sebbene anch’essa a volte risulta oscillante e non sempre univoca, minando, di conseguenza, la certezza delle scelte da adottare. Ma questo, è appena il caso di rilevarlo, riguarda la generalità di tutto il diritto amministrativo, a cui, naturalmente, va ricondotto anche il quadro giuridico disciplinante specificamente la materia concorsuale. In tale ottica, pertanto, l’incontro terrà in maggior rilievo e considerazione gli interventi dei partecipanti, i quali rappresenteranno le proprie esperienze concrete di lavoro, anche attraverso modalità di confronto, per le quali si individueranno soluzioni e spiegazioni, pur nella consapevolezza della difficoltà di perseguire un approdo di certezza. Ma sicuramente il dibattito condurrà a percorsi di maggiore correttezza, coerenza ed adeguatezza alle regole giuridiche di riferimento. L’importante, come noto, è evitare situazioni ingenerate dall’elemento soggettivo del dolo e della colpa grave, la cui presenza è fonte di responsabilità del pubblico dipendente.

  

I DESTINATARI

Il Corso di formazione è rivolto a tutto il personale, anche dirigenziale, delle Università italiane interessato alle tematiche oggetto dell’attività formativa, rivestenti carattere generale e valevoli per tutte le attività amministrative. 

Letto 468 volte

 

 

   c/o Università degli Studi di Torino - Via Verdi, 8 - 10124 Torino TEL. 011/6702290-91 - FAX 011/8140483
   Email:    segreteria@coinfo.net   -   iniziative@coinfo.net    -   PEC:   coinfo1@pec.it

SEGUICI SU