Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra 

Attività in corso

IL SISTEMA NORMATIVO A PROTEZIONE DAL RISCHIO CORRUZIONE NEL SISTEMA UNIVERSITARIO - 21 e 22 maggio 2018 - Sapienza Università di Roma

 

ATTIVATO

 

BROCHURE

 

LOCANDINA

 

ISCRIZIONE

IL SISTEMA NORMATIVO A PROTEZIONE DAL RISCHIO CORRUZIONE NEL SISTEMA UNIVERSITARIO
(La Delibera ANAC n. 1208 del 22 novembre 2017)

In collaborazione con la Fondazione CRUI 

CODICE ATTIVITÀ: 04AN18

 

 

LE RAGIONI

Il Legislatore con la Legge 06.11.2012, n. 190 ha introdotto numerosi strumenti per la prevenzione e la repressione dei fenomeni corruttivi e dell’illegalità in armonia con il quadro disegnato dalle norme internazionali in materia.

Le misure adottate disegnano un vero e proprio percorso da seguire, che s’intreccia con altre discipline settoriali e abbraccia l’intero agire di una P.A.

Essa prevede oneri ed adempimenti e connesse forme di responsabilità in particolare in capo ad una nuova figura: il responsabile della prevenzione della corruzione.

La riforma si è andata via via completando con l’emanazione da parte del Governo dei decreti di attuazione delle deleghe nella legge contenute: la nuova disciplina degli oneri di pubblicità e trasparenza delle P.A. di cui al D.L.vo 33/2013 e quella delle incompatibilità ed inconferibilità di incarichi nelle P.A. di cui al D.L.vo 39/2013 che a sua volta va coordinata con il regime di cui all’art. 53 del D.L.vo 165/2001.

Il quadro si è poi arricchito con le modifiche alla disciplina in materia di trasparenza introdotte con il Freedom of information act (FOIA) di cui al D.L.vo 97/2016 e ha visto la sua attuazione con l’elaborazione da parte dell’Anac dei Piani nazionali anticorruzione per gli anni 2015 e 2016 e per il triennio 2017-2019. Quest’ultimo in particolare prevede uno specifico focus di approfondimento per le Università che partendo dalla specificità del settore ne affronta i singoli aspetti e le relative criticità.

 

 

GLI OBIETTIVI FORMATIVI

Il Corso di formazione è finalizzato a fornire un quadro di sistema che passa in rassegna le misure preventive di contrasto alla corruzione e le interrelazioni con le altre discipline di riferimento sia nella fase organizzativa che in quella gestionale dei singoli procedimenti, con particolare riferimento a quelli che lo stesso legislatore individua come più a rischio di eventi corruttivi.

      

  

I DESTINATARI

Il Corso di formazione è rivolto a tutto il personale delle Università italiane, interessato ai temi oggetto dell’attività formativa.

Letto 623 volte

 

 

   c/o Università degli Studi di Torino - Via Verdi, 8 - 10124 Torino TEL. 011/6702290-91 - FAX 011/8140483
   Email:    segreteria@coinfo.net   -   iniziative@coinfo.net    -   PEC:   coinfo1@pec.it

SEGUICI SU