Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra 

Storico

Visualizza articoli per tag: RIFIUTI

ATTIVATO 

BROCHURE

 

ISCRIZIONE

 

  

CORSO DI FORMAZIONE IN MODALITÀ TELEMATICA­ 

 

 

SMALTIMENTO DEI RIFIUTI 

CODICE ATTIVITÀ: 03AN21

 

FINALITÀ       

La pubblicazione, in Gazzetta Ufficiale del 16.2.2021, del DPCM 23/12/2020, recante “Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l’anno 2021” è l’occasione per focalizzare l’attenzione degli operatori del settore su tutte le novità in materia di rifiuti, dall’ obbligatorietà, -  entro il 16/06/2021 - da parte dei soggetti di cui all’art. 189 del D.Lgs 152/20016, della compilazione e invio del MUD secondo il nuovo modello appena pubblicato, al recepimento - a partire dal 26/09/2020 - delle novità introdotte nella part IV del D.Lgs 152/2006 e s.m.i., dal D.Lgs 116 del 03/09/2020, delle direttive comunitarie sull’economia circolare, abbracciando tutte le ultime novità in materia di rifiuti, in particolare, la nuova vidimazione dei formulari mediante la piattaforma VI.VI.FIR messa a punto da EcoCamere e il nuovo sistema di tracciabilità elettronico dei rifiuti, c.d. “RENTRI”, da cui è partita la sperimentazione, in sostituzione del SISTRI.

 

DESTINATARI    

Il Corso di formazione, per la sua specificità e per gli obiettivi che persegue, ha come destinatari i Dirigenti, i funzionari, i tecnici e i responsabili di laboratorio, i referenti coordinatori dello smaltimento rifiuti e quant’altri addetti alla gestione anche amministrativa del rifiuto generato.

Il Corso di formazione è rivolto ad un numero massimo di 25 persone.

 

 OBIETTIVI

  • Le novità e le modifiche introdotte dal D.Lgs 116/2020 di interesse per i produttori dei rifiuti
  • “Quali” dati devono essere comunicati nelle schede del MUD
  • “Come” deve essere compilato e trasmesso il MUD e i relativi diritti di segreteria da corrispondere
  • Aggiornamenti sulle ultime novità in materia di rifiuti, in particolare Vi.Vi.FIR e RENTRI



LOCANDINA

 

MUD E NOVITÀ IN MATERIA DI RIFIUTI

CODICE ATTIVITÀ: 01AN18

 

 

LE RAGIONI

La costante evoluzione della materia necessita di una altrettanto costante attenzione alle novità introdotte e tempestivo aggiornamento delle stesse.
Il 30/12/2017 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D.P.C.M. 28 dicembre 2017, recante “Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l’anno 2018”. Pertanto, entro il 30 aprile è obbligatorio, da parte dei soggetti di cui all’art. 189 del D.Lgs 152/2016, la compilazione e l’invio del MUD secondo il nuovo modello appena pubblicato.
La Legge di Bilancio 2018 (Legge n. 205 del 27/12/2017), infine, presenta novità in materia di rifiuti, in particolare formulari e SISTRI, che richiedono l’attenzione degli operatori.

A partire dal 05/07/2018 è inoltre obbligatorio, ai fini della classificazione dei rifiuti per l’assegnazione dell’HP14, l’applicazione del Regolamento UE n. 997/2017 del 08/06/2017.

 

 

GLI OBIETTIVI

L’obiettivo del Corso di formazione è di chiarire:
- “quali” dati devono essere comunicati nelle schede del MUD;
- “come” deve essere compilato e trasmesso il MUD e i relativi diritti di segreteria da corrispondere;
- “come” deve essere effettuata la classificazione dei rifiuti circa l’assegnazione dell’HP14 a partire dal 5 luglio 2018;
oltre che aggiornare i partecipanti sulle ultime novità in materia di rifiuti, in particolare formulari e SISTRI.

      

 

I DESTINATARI

Il Corso di formazione, per la sua specificità e per gli obiettivi che persegue, ha come destinatari i Delegati SISTRI, i Dirigenti, i funzionari, i tecnici e i responsabili di laboratorio, i referenti coordinatori dello smaltimento rifiuti e quant’altri addetti alla gestione anche amministrativa del rifiuto generato.

 

 

Etichettato sotto

 

     c/o Università degli Studi di Torino - Via G. Verdi, 8 - 10124 Torino TEL. 011/8129782- FAX 011/8140483

       E-mail: segreteria@coinfo.net    -    iniziative@coinfo.net                                    PEC: coinfo1@pec.it