Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra 

Attività in corso

1° Incontro UniCONTRACT 2018 - 5/6 luglio - Università degli Studi di Torino

BROCHURE

 

LOCANDINA

 

ISCRIZIONE

UniCONTRACT
1° INCONTRO FORMATIVO 2018

IL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI
TRA PROBLEMATICHE VECCHIE E NUOVE
LE NUOVE CONFIGURAZIONI DEL RUP E DELLE COMMISSIONI GARA
LE PROBLEMATICHE RELATIVE ALL’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI LEGALI
E ALLA DISTRIBUZIONE DEGLI INCENTIVI ALLE FUNZIONI TECNICHE
L’ESCLUSIONE DALLE GARE

[CODICE ATTIVITÀ: 07CP18]

 

 

LE RAGIONI

A quasi due anni di distanza dall’entrata in vigore del nuovo codice dei contratti sono molteplici le problematiche ancora aperte ed altre se ne aggiungono quotidianamente. Ancora incompleto è il quadro normativo, mentre cogenti sono i problemi che le stazioni appaltanti si trovano quotidianamente ad affrontare.
Complessa è la figura del RUP ed ancora non del tutto risolto il problema della sua eventuale presidenza delle commissioni di gara.
La stessa tematica delle modalità di formazione delle Commissioni si trova attualmente astretta tra nuove modalità esterne centralizzate non ancora entrate a regime e vecchie modalità che guardano all’interno delle amministrazioni stesse e che pongono problematiche anche con riferimento alla possibilità di compensare economicamente le funzioni svolte.
A tale ultima problematica si riconnette direttamente quella relativa agli incentivi per le funzioni tecniche, soprattutto alla luce della deliberazione n. 24 del 10 ottobre 2017 della Corte dei conti.
Sempre attuali sono poi i problemi posti dall’art. 80 in materia di esclusione del concorrente dalla gara, argomento che pone plurimi dubbi sia per le imprese al momento della redazione della domanda di partecipazione, sia per i commissari di gara.

 

 

 

GLI OBIETTIVI FORMATIVI

  • Analizzare la figura del RUP per come emerge dalle linee guida n. 3 dell’ANAC e la sua posizione nelle commissioni di gara in relazione al principio di prevenzione del conflitto di interessi.
  • Analizzare la problematica della formazione delle Commissioni nelle more dell’entrata a regime delle nuove modalità e la connessa problematica degli incentivi per le funzioni tecniche anche in considerazione della pronuncia della Corte dei conti secondo cui gli stessi sono da includere nel tetto dei trattamenti accessori e della Legge di Bilancio 2018 (Legge 27 dicembre 2017, n. 205).
  • Confrontarsi sui problemi applicativi dell’art. 80 nella fase di esclusione di un concorrente dalla gara, quali, ad esempio, il problema della sentenza di condanna penale sub judice, oppure il corretto significato da attribuire all’espressione “gravi illeciti professionali” etc.
  • Affrontare gli argomenti proposti evidenziando gli aspetti di criticità che ciascuno pone, ma al contempo cercando di offrire le possibili soluzioni in linea con gli orientamenti che si sono formati nella prassi e nella giurisprudenza.
  • Fare il punto sullo stato della normativa in materia di qualificazione delle stazioni appaltanti alla luce dello schema di DPCM predisposto in materia dal Ministero delle Infrastrutture.

      

  

 

I DESTINATARI

Il Corso di formazione, per la sua specificità e per gli obiettivi che persegue, ha come destinatari i Dirigenti, funzionari, addetti agli uffici Appalti, Contratti, Economato, i responsabili e i referenti dell’Anticorruzione nonché gli Avvocati degli Uffici legali e gli addetti agli Uffici legali.

Letto 461 volte

 

 

   c/o Università degli Studi di Torino - Via Verdi, 8 - 10124 Torino TEL. 011/6702290-91 - FAX 011/8140483
   Email:    segreteria@coinfo.net   -   iniziative@coinfo.net    -   PEC:   coinfo1@pec.it

SEGUICI SU